Ecco come fare uno zaino responsabile!

20160618_150208

Quando si viaggia bisogna essere leggeri.

Fare lo zaino è sempre un problema, non sappiamo mai che cosa mettere e soprattutto a che cosa rinunciare per renderlo più leggero possibile.

Ecco qualche consiglio su come farlo:

  • Fascia porta soldi e documenti. E’ ottima perchè  si indossa sotto la maglietta e non si vede. Inoltre consiglio prima di partire di fare due fotocopie di tutti i documenti che portate con voi: passaporto, carta d’identità, tessera sanitaria, bancomat, post-pay, visa turistici, patente internazionale e documentazione di viaggio. Queste due fotocopie vanno riposte in due luoghi diversi dello zaino. Consiglio di partire con delle fototessere recenti per eventuali documenti o visa.
  • Vestiti.  In base alla meta si decide che vestiti scegliere ovviamente bisogna fare un check delle condizioni climatiche e basarsi su di esse portando sempre un impermeabile per la pioggia, una felpa, calzettoni, costume. Per quanto riguarda l’intimo tre mutande e tre paia di calzini sono più che sufficienti calcolando che ogni sera bisogna lavarli con un sapone non inquinante come l’Aleppo. Non piego i vestiti ma con ogni capo faccio un rotolino e lo posiziono all’interno di una busta biodegradabile, in questo modo i vestiti in caso di pioggia non si bagneranno nello zaino o più semplicemente se ci dovessimo ribaltare da una canoa nel Nilo pieno di coccodrilli almeno i nostri vestiti sarebbero salvi.
  • Igiene personale: spazzolino pieghevole, spazzola pieghevole, asciugacapelli pieghevoli, anche se spesso elettrodomestici come questo possono richiedere troppo elettricità che in alcuni paesi in cui scarseggia. Un unico sapone per pelle, capelli e panni, io consiglio sempre l’Aleppo fatto con olio d’oliva e alloro. Salviette umide biodegradabili e asciugamano in microfibra.
  • Calzature. Una scarpa da trekking e un sandalo per la doccia su cui si possa fare affidamento anche per una camminata.
  • Medicine: fermenti lattici, imodium, antidolorifico, antibiotico, collirio, cerotti, pastiglie di amuchina per disinfettare anche gli alimenti. Anche se non è un medicinale il repellente contro gli insetti esotici è essenziale soprattutto se si va in zone di rischio malaria e la crema solare se si ha una pelle sensibile.
  • Oggettistica essenziale: sacco a pelo, dizionario, blocco note+matita, guida, macchina fotografica, chiavetta USB, smartphone, e-book readercoltellino svizzero (con cavatappi, apri scatole), torcia da testa, torcia, fiammiferi, accendino, kit per cucito (come quelli che trovi negli hotel), adattatore di corrente universale (con tutti i caricatori che ci servono), borraccia, zanzariera per la notte, spago (per ogni evenienza ma utile per appendere i vestiti bagnati).
  • Oggettistica non essenziale: Pannelli solari portatili (vendono zaini con pannelli già incorporati), sacco letto, cuscino da viaggio, frasario.

Buon viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...