Nepal: Pokhara – Trekking Panchasse – Bandipur

In questo post cercherò di darvi delle informazioni utili su queste tre mete, complete di costi, luoghi dove dormire e come muoversi.

Pokhara è una città che si sviluppa in due zone, una parte è sul lago e l’altra invece più all’interno. La zona turistica e quindi piena di guesthouse e relative agenzie è quella che si affaccia sul lago Phewa, la cosidetta “lakeside“. Se arriverete con un bus turistico vi ritroverete in una stazione differente da quella locale che è fuori rispetto al centro (prezzo del taxi da entrambe le stazioni al Lakeside circa 300 rupie).

Dove dormire?

Vi consiglio vivamente di dormire al Vagabond Guesthouse perché si trova lontano dalla zona più turistica ma allo stesso tempo c’è tutto il necessario (lakeside sud) inoltre ha camere a 1000 rupie a notte che si affacciano sul giardino interno ben curato, un ottimo luogo dove rilassarsi.

Cosa fare a Pokhara?

  • Una remata sul lago per 500 rupie all’ora;
  • Visitare il Barahi Temple: potrete raggiungerlo con una barca noleggiata o dal Barahi Ghat che è più centrale o dal Gauri Ghat vicino al Vagabond Guesthouse;
  • Un rilassante massaggio eseguito da personale non vedente al Seeing Hands per 2000 rupie – 60 min (ho avuto diverse esperienze in questi centri in Indocina e devo dire che sono stati più competenti rispetto a questo);
  • Concedetevi un massaggio alla testa da un barbiere (la maggior parte di loro ha studiato le tecniche in India)

Trekking da Pokhara

Ci sono un’infintà di agenzie che possono procurarvi guide e portatori. (mi raccomando dategli uno zaino a testa e non pesante come un sacco di cemento, piuttosto lasciate le cose che non vi servono in hotel così darete lavoro e allo stesso tempo non li “utilizzerete come muli”).

Noi abbiamo scelto il Panchasse Trekking più collinare rispetto ai soliti circuiti con picco massimo 2.500 s.l.m.

L’accordo con l’agenzia per il pacchetto: Guida + 3 notti nelle Tea House + colazione/pranzo/cena + ritorno in jeep (causa lavori sul sentiero) è stato di 5000 rupie a testa al giorno per un totale quindi di 120 euro a testa in totale.

Abbastanza dispendioso per essere in Nepal però ne è valsa la pena sia per il paessaggio che per la gentilissima guida (della quale ho il contatto e se ne avrete bisogno scrivetemi in privato).

Itinerario Trekking:

Prima tappa –> Partenza in barca dal Lakeside – 500 metri in salita fino al World Peace Stupa – sali e scendi fino a Bhumdi [5 ore].

Seconda tappa –> da Bhumdi a Bhanjyang un paesino appena sotto al Panchasse, il percoso è quasi interamente nella jungla, attenti alle sanguisughe [5 ore].

Terza tappa -> percorso ad anello sul Panchasse con partenza e ritorno a Bhanjyang [4 ore].

Quarta tappa –> da Bhanjyang 5 ore tra sali e scendi, rientro a Pokhara in Jeep.

Consiglio il Panchasse Trekking per 4 motivi:

  1. Potrete gustarvi l’autentica quotidianità nepalese che è osservabile durante la prima tappa siccome si attraversano diversi paesini e campi coltivati;
  2. Il secondo motivo è per l’immersione nella jungla selvaggia del secondo giorno, accompagnata dai canti di numerosi uccelli;
  3. La panoramica vista sul massiccio dell’Annapurna all’alba;
  4. Ultimo motivo ma non per importanza, la sacralità del terzo giorno tra templi e laghi.

Insomma si toccano diverse realtà in un unico trekking e per di più è poco battuto il che lo rende un’ottima alternativa al più gettonato Poon Hills.

Consiglio vivamente la guida perché il trekking in questo modo diventa conoscenza del luogo.

Bandipur

La strada del ritorno da Pokhara a Kathmandu può sembrare un po’ frettolosa, per questo motivo abbiamo scelto di fare una tappa a Bandipur, un villaggio posto su un crinale che si raggiunge con un bus locale da Dumre (qualsiasi bus per Kathmandu passa da qui, scendete e salite su un altro local bus per Bandipur – totale da Pokhara 4 ore – 250 rupie).

La pianta del paese si sviluppa linearmente perciò hotel e ristoranti si affaciano sulla via principale che è caratterizzata da case con stile architettonico Newa.

Se cercate come noi una sistemazione più economica e più famigliare potrete continuare lungo la via del bazar e prendere la prima a destra in direzione Thindara Temple, appena lasciate la parte antica troverete sulla sinistra delle case private che affittano stanze ai turisti (chiedete ai locali e vi porteranno dai privati).

 

Cosa fare a Bandipur?

  • Visitare il monastero Buddista;
  • Vedere l’alba illuminare l’Himalaya dal Tundikhel [20 minuti in salita dalla via principale]
  • Passeggiare fino al Tindhara Temple, sedersi sul chautaara di fronte e osservare le donne che lavano i panni.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...