I bambini Inca sacrificati alla montagna: 3 mummie conservate a Salta

image

Sembrano che stiano dormendo.

In realtà i corpi di quei tre bambini sono mummie trovate da una squadra di archeologi nel 1999 vicino al vulcano Llullaillaco in Argentina, i corpi si sono ben conservati grazie all’altura (6700 s.l.m.) e all’ambiente asettico, i capelli, la pelle, i denti e gli abiti sono intatti, ma la storia di questi bambini non è così bella.

Si tratta di sacrifici umani che il popolo Inca faceva durante la Capacocha, l’età andava dai 6 ai 15 anni. Il bambino veniva scelto qualche mese prima e dopo essere stato prelevato dal suo villaggio per la sua purezza, veniva cibato con i frutti migliori, vestito con gioielli e infine condotto dopo molti chilometri alla montagna dove veniva drogato con alcool e foglie di coca e sotterrato, alcune volte dopo una botta in testa e altre volte privi di sensi dal freddo.

Le famiglie di questi prescelti non potevano rifiutarsi e per tenerli tranquilli veniva offerto a loro di accedere all’aristocrazia di Cuzco, il sacrificio veniva fatto per ottenere la benevolenza degli dei durante i periodi di carestia o dopo la morte di un imperatore e intanto anime innocenti morivano di freddo o di soffocamento in un buco, da soli, sepolti nella cordillera delle Ande.

Nel sito archeologico sono stati ritrovati oggetti intimi delle vittime come bambole, pettini e piccole sculture che rappresentavano dei lama.

I tre corpi trovati dal team risalgono a 500 anni fa più o meno e si tratta di due femmine e un maschio.
El Nino : 7 anni
Doncella: 15 anni
Nina del Rayo: 6 anni

Lo spostamento di queste mummie non ha giovato proprio a tutti, alcuni credono che questi martiri dovevano rimanere sulla montagna.

Tra le varie critiche ora si trovano a Salta nel museo de arqueologia de alta montana tenuti ad una temperatura costante di -20 gradi, le mummie vengono esposte una alla volta per una durata di sei mesi ciascuna, in modo da preservarle meglio.
Entrata per i turisti 100 pesos per i locali 30 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...