Islanda in Inverno vuol dire AURORA BOREALE

La nostra settimana in Islanda è iniziata proprio bene, infatti la prima sera del nostro soggiorno abbiamo assistito ad uno spettacolo di tre ore, l’aurora boreale si è mostrata, abbiamo lasciato le luci della città dietro di noi e l’abbiamo vista muoversi sinuosa nel cielo buio.

Le stelle facevano da sfondo, insieme alla penisola vulcanica su cui appoggiavamo i nostri piedi, faceva molto freddo e non c’era una nuvola.

Fasci di luce verde e rossa hanno invaso l’oscurità.

Non abbiamo noleggiato una macchina siccome non sapevamo che tempo avremmo trovato sull’isola e per non rischiare di guidare in mezzo a tempeste di neve, abbiamo deciso di muoverci con mezzi pubblici e tour operator, nel nostro caso abbiamo scelto Sterna Travel.

Ci siamo trovati molto bene e i prezzi sono più o meno uguali alla concorrenza, la sede di trova a Reykjavik all’Harpa, bellissimo edificio costruito durante la crisi economica islandese, il panorama da quelle vetrate è stupendo.

Il nostro primo tour è stato proprio quello che ci ha portato all’inseguimento dell’aurora boreale, la caccia non è durata molto perchè qualche piccola luce si vedeva anche dalla città. Abbiamo fatto diverse tappe quella sera, una di queste era nel bel mezzo di un campo colmo di merluzzi essiccati, per fortuna dopo una decina di minuti ci siamo spostati in un luogo meno puzzolente, dove ci hanno rifocillati con cioccolata e Kleinur (ciambelline fritte).

La guida premurosamente ci ha dato qualche indicazione su come fotografare l’evento, ovviamente diaframma tutto aperto, ISO almeno 1600 e tempo 1 s (come minimo), alcune delle foto che ho fatto sono di 20 secondi e purtroppo non avevo il cavalletto per motivi di bagaglio a mano, però sono riuscita ad appoggiare la fotocamera su una roccia e qualche foto decente è saltata fuori.

_DSC0453_DSC0448_DSC0446

Che cosa è l’aurora boreale? non ho competenze tecniche per spiegare di cosa si tratti ma proverò a farlo brevemente. Il fenomeno in sè si chiama aurora polare, poi diventa boreale o australe in base all’emisfero in cui si manifesta. L’origine di questo evento è sul sole quando si formano le macchie solari, le particelle energetiche emesse dal sole viaggiano sotto forma di vento solare, raggiungono la terra in 50 ore a 800km/s. Quando le particelle cariche (protoni e elettroni) interagiscono tra di loro eccitano gli atomi dell’atmosfera quando poi questi si diseccitano emettono fasci di luce di varie lunghezze d’onda e a causa del campo magnetico della terra, questo si manifesta solo ai poli. 

_DSC0421_DSC0420

E’ stato uno spettacolo bellissimo, ho fatto molte foto ma sono stata per la maggior parte del tempo con lo sguardo rivolto al cielo, in completa contemplazione. Assistere a questa magia è stato un onore, posso dire di essermi sentita parte dell’universo, spiegarla con le parole e mostrarla con le foto non è facile: fasci di luce danzano di fronte a te nel cielo e in quel momento può anche comparire un troll o un elfo ….

….perchè se può esistere una cosa così bella allora può esistere tutto !!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...