Il mio Interrail tra Francia e Spagna – il suo significato – l’itinerario – cosa vedere

Correva l’anno 2011, mi ero diplomata da un anno e ancora ero persa nei miei sogni, pensavo che dopo questo viaggio avrei deciso che cosa combinare nella mia vita. Sono passati 4 anni e io ancora non so che cosa fare. A volte questa cosa mi pesa altre volte ne vado fiera, coi voti che avevo potevo prendere qualsiasi strada, bastava scegliere e infatti scelsi, decisi di non scegliere. Sono sempre stata libera, la mia famiglia mi ha insegnato un grande valore quello della libertà, loro non mi hanno mai ostacolato e io gli ho sempre ripagati. Mi sarebbe piaciuto continuare gli studi ma dentro di me c’era un qualcosa che non mi permetteva di rimanere ferma, bloccare la mia fresca vita per 5 anni di università e non potermi permettere i viaggi che mi balenavano nella testa voleva dire spegnersi ed io non ero pronta, io non sono pronta. Così mi rimboccai le maniche e trovai un lavoro. Un lavoro che mi consentiva anche di viaggiare, facevamo inventari per tutta Italia e qualche volta anche in Europa, si lavorava tanto e non avevo obblighi di contratto, potevo dire questa settimana ci sono l’altra no, in questo modo potevo organizzare i miei viaggi e pagarmeli! La mia famiglia non mi ha mai fatto mancare niente ma la mia è sempre stata una questione di indipendenza anche se in realtà sono una gran mammona.

12231545_10207999452888783_267577964_n

Il 2011 fu per me l’anno della svolta, lasciai andare vecchie amicizie e usai molto del mio tempo per stare da sola, andavo al cinema, passeggiavo, scrivevo, leggevo, stavo con me stessa, dovevo ascoltarmi. Ovviamente non è tutto oro quello che luccica, infatti non era sempre bello vivere la volontaria solitudine e al lavoro ero circondata da persone che non mi trasmettevano cose positive (questo lo capii col tempo) quindi dovetti affrontare il mondo del lavoro, quello del post adolescenza e quello delle nuove decisioni. Alla fine scelsi bene.

viaggio 145Avevo i capelli biondo platino, ai tempi della mia cute poco mi importava, e anche qualche chilo in più e anche di questo poco mi importava, ero emozionata, ero in fermento, salii su un treno direzione Ventimiglia.

Il mio biglietto ero un global pass, ovvero potevo prendere qualsiasi treno senza limite per 22 giorni. Nonostante questo unico biglietto, per molti treni dovevo comunque prenotare il posto e quindi pagare un extra.

1 agosto 2011 : Milano-Ventimiglia-Nizza-Parigi 

Alle 21.30 dello stesso giorno scesi nella capitale francese – sistemazione rapida presso un ostello. Conobbi due ragazze svedesi e con loro vagai per Parigi, per giorni feci la turista munita di macchina fotografica e guida.

COSA VEDERE A PARIGI ?

  • Café des 2 Moulins (il bar dove lavorava Amilie nel film “il favoloso mondo di Amelie”)
  • Museo d’Orsay (la patria dell’impressionismo)
  • Montmartre – Basilica del Sacro Cuore (il quartiere degli artisti bohemien)
  • Cimitero Père-Lachaise (dove sono sepolti molti personaggi famosi: Oscar Wild, Jim Morrison dove ruppi il mio obbiettivo 18-55, Marcel Proust, Modigliani e molti altri)
  • Torre Eiffel (all’ora del crepuscolo distesi nel prato)
  • Cattedrale di Notre Dame (Imponenza gotica)
  • Champs-Élysées (La strada più famosa di Parigi con il suo Arco di Trionfo)
  • Moulin Rouge (gonne can can e coreografie con gambe all’aria)
  • escursione Reggia di Versailles 
  • Centre Pompidou (Arte moderna)
  • Louvre (dove è possibile vedere molte opere di pittori Italiani)
  • Il quartiere latino con i Giardini Luxembourg (gustatevi un libro seduti sulle sedie verdi del parco).

viaggio 052  viaggio 160

viaggio 056   viaggio 084

4 agosto 2011: Parigi-Port Bou-Barcellona-Madrid

Quando decidi di fare l’interrail devi metterti in testa che prendere i treni e trovare le coincidenze è un gran sbattimento, perlomeno nell’Ovest, un’anno dopo feci l’Est e fu più semplice organizzare il viaggio.

Alle 18.00 scesi dal treno e mi ritrovai nella stazione Atocha di Madrid, immersa nel suo stupendo giardino tropicale di 4.000 metri quadrati (in questa stazione l’11 marzo del 2004 ci fu un attentato dove persero la vita 191 persone)

COSA VEDERE A MADRID ?

  • Museo Reina Sofia (opere dal 900 ai giorni nostri, inspiegabile la bellezza di Guernica di Picasso)
  • Mercato di San Miguel (Cuore della cultura gastronomica della città)
  • Parque del Buen Retiro (parco madrileno)
  • El Rasto (sabato e domenica mattina c’è il mercato più popolato della capitale)
  • Puerta del Sol (centro di Madrid, alla sera colma di artisti di strada)
  • Plaza Major (piccola piazza circondata da palazzi d’epoca)
  • Museo del Prado (Con le sue stupende sale dedicate a Fransisco Goya)

viaggio 325  viaggio 248

viaggio 508   viaggio 420

9 Agosto 2011: Madrid- Oviedo

Perchè Oviedo ? ehhhh

Quando si ha 20 e si vede “Vicki Cristina e Barcelona”, non solo ti innamori di Woody Allen e Javier Bardem ma anche della Spagna, in particolare di Oviedo, dovevo andarci!

Oviedo si trova nel principato delle Asturie a Nord-Ovest della Spagna e in una via del centro c’è una statua che raffigura Woody Allen mentre cammina nella città da lui definita una favola.

Passai una notte, giusto il tempo di fare una foto di Woody.

viaggio 551

10 Agosto 2011: Oviedo-Madrid-Siviglia

Finalmente l’Andalusia

C’ero già stata in questa regione un anno prima, durante il viaggio del mio diploma ma ci fermammo ad Almeria. Scesa dal treno fui colpita da 40 gradi di umidità! Mi mancava il respiro e tra un boccata e l’altra andai alla ricerca dell’ostello. Rimasi 3 giorni e gironzolai per bene, una cosa mi colpì di questa città il numero esorbitante di negozi di abiti da sposa!

COSA VEDERE A SIVIGLIA?

  • La Giralda (emblema andaluso)
  • Plaza de Espana (con le sue tipiche decorazioni)
  • Alcazar di Siviglia (fusione di arte islamica e occidentale)
  • Cattedrale di Siviglia ( dove c’è la salma di Cristoforo Colombo)
  • Barrio Santa Cruz ( bellissimo quartier ebraico)
  • Metropol Parasol (con ottimo punto panoramico)

Ovviamente non perdetevi le Tapas accompagnate da una cagna! (stuzzichini con birra) 

viaggio 638   viaggio 670

viaggio 645   viaggio 625

13 Agosto 2011: Siviglia-CordovaGranada

Presi il primo treno della mattina e visitai Cordova in giornata ovviamente col senno di poi non lo rifarei, perchè fare le cose di fretta non è utile, in questo modo si può dire di aver visto e non di aver vissuto un posto, comunque riuscii a fare un giro nelle vie del centro e a visitare la Mezquita (splendida moschea, oggi cattedrale in stile arabo-andaluso).

Alla sera mi ritrovai in compagnia di alcuni ragazzi di Lecco conosciuti sul treno per Granada e insieme il giorno seguente andammo a visitare l’Alhambra (città murata simile ad una medina infatti tutti gli edifici hanno una grande influenza islamica) DA NON PERDERE !

viaggio 907

14 Agosto 2011: Granada-Bobadilla-Malaga

L’ultima mia tappa era Malaga, capitai nel mezzo della Feria de Malaga, un caos, festa 24 ore su 24, musica a tutto volume. Dormii da alcuni amici che presero in affitto un appartamento per le loro vacanze, non mi ricordo quanto ci rimasi di preciso penso almeno una settimana. Conclusi il mio viaggio in compagnia e mi divertii molto.

La Ferie de Malaga è conosciuta anche come la Gran Fiesta del Verano, dura una decina di giorni e viene inaugurata sulla spiaggia Malagueta con spettacoli pirotecnici e balli di flamenco con accompagnamenti musicali, è una fusione tra la tradizione e la modernità cosmopolita, io l’ho trovata una scusa per far baldoria e io ero una gran casinara perciò non ho vissuto molto l’aspetto tradizionale. Nonostante questo l’arte mi ha sempre appassionata e ho visitato il Museo Picasso ospitato nella casa natale del pittore e una stupenda mostra temporanea sul cubismo di Diego Rivera (marito e croce 😉 di Frida Kalho)

viaggio 1003  viaggio 982

Tornai dalla Spagna in Macchina con i miei amici, 24 ore no stop con cambio guidatore.

Ero carica, avevo viaggiato da sola, volevo stare sola e il futuro non era sui libri, era in viaggio e da quel giorno fu proprio così … avevo una nuova priorità: VIAGGIARE.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...