I Balcani: l’Occidente incontra l’Oriente Parte I

Partenza da Lampugnano ore 21:30 arrivo a Belgrado, 17 ore dopo.

(Passammo tutte le dogane e solo in quella serba fummo costretti a dare dei soldi alla polizia per consentirci l’accesso senza aprire e svuotare l’intero bagaglio).

1186261_10201860867907995_1445169044_nPer il nostro tour balcanico partimmo dalla capitale serba e tra le vie della periferia notammo diversi edifici lasciati al degrado, in realtà non erano nient’altro che i resti dei palazzi bombardati per undici settimane dalla NATO nel 1999 quando Slobodan Milosevic si rifiutò di firmare il piano di pace, non capimmo perché non erano stati ancora ricostruiti ma la risposta arrivò poco dopo quando ci spiegarono che questa fu una consapevole scelta del governo per non dimenticare ciò che i serbi subirono durante la guerra. IMG_2485Continuammo fino alle vie del centro e il nostro sguardo fu catturato da comitive di anziani che giocavano a scacchi, erano assorti nel gioco e guardarli ci trasmetteva molta calma.Tra vari sorsi di grappa offerti qua e là riuscimmo a trovare il Tempio di San Sava, la chiesa ortodossa più grossa del mondo.

Il giorno seguente prenotammo un bus per Sarajevo, che partì di notte e questo fu davvero un peccato perchè col buio non ci si gusta il paesaggio.1187296_10201860845907445_1781224655_n

Mi aspettavo una città grigia con edifici bucherellati dai cecchini e per metà le mie aspettative erano esatte. Quello che non immaginavo era di trovare una città fatta con un bellissimo ciottolato, circondata da montagne verdi, l’incontro tra occidente e oriente lo trovammo proprio qui in questa valle. Visitammo la città e andammo a vedere il tunnel che durante la guerra fu utilizzato per il trasporto dei viveri. Le nostre giornate in terra bosniaca erano caratterizzate da ottimi caffè turchi e le nostre serate invece iniziavano con un tè caldo nei vari cimiteri della città.

La tappa seguente fu Mostar, incredibilmente capitammo proprio nel periodo delle gare dei tuffi. 197625_10201860846627463_352477953_nI tuffatori si lanciavano dal famoso ponte Stari Most alto 24 metri, senza particolari acrobazie ma con semplici tuffi a candela o di testa, queste competizioni sono il frutto di una tradizione tramandata negli anni. Il ponte fu distrutto nel 1993 a causa della guerra che vedeva coinvolti i croati e bosniaci, nel 2004 venne finalmente ricostruito, nonostante ciò le gare continuarono su impalcature di legno. Questo ponte è il simbolo di Mostar, una città posta nel cuore dell’Erzegovina, un territorio molto arido. Un tempo questo ponte serviva per dividere due popolazioni di diverso orientamento religioso, i cristiani e i musulmani, infatti la Bosnia Erzegovina è paese con un’alta percentuale di musulmani a differenza della vicina Serbia che invece è ortodossa.
582351_10201860848427508_385717640_nGrazie all’efficienza dei bus riuscimmo a visitare due città nei dintorni: la famosissima Medjugorje, imballata da italiani e Blagaj. Trovammo Medjugorje  pessima, italiani presi in giro dai prezzi dei negozianti e gruppi oratoriani che ascoltavano i sermoni del proprio prete senza fare alcuna domanda. Nonostante ciò mi impegnai per cercare il lato positivo e lo trovai sulla collina delle apparizioni quando mi sedetti dopo una salita impegnativa non per il dislivello ma per i sassi appuntiti che minacciavano costantemente i nostri polpacci. C’era calma, c’era pace e silenzio.1149028_10201860848547511_1444035324_n

Il giorno seguente andammo a vedere Blagaj, un villaggio situato a qualche chilometro da Mostar, famoso per il suo aspetto orientale dovuto all’insediamento ottomano.

Dopo aver udito l’ultima preghiera che richiamava i fedeli di Allah dai minareti di Mostar, partimmo alla volta del Montenegro

A breve la seconda parte del viaggio 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...