Tra le colline di tè del Kerala e del Tamil

562340_10201024744565434_237856777_n

Partimmo alla volta di Ooty, piccola città deliziosa dove molti indiani si recano per passare le loro lune di miele.

Cercammo per tutta la città un cargo che potesse inviare tutti i nostri chili in Italia, comprammo troppo e non contenti delle folli spese di Malpe ci buttammo anche in quelle di Ooty.

Prendemmo spezie, set di piatti, calendari e quadri, dopo varie agenzie decidemmo di affidarci alle poste indiane, spedimmo tre pacchi di merce per un totale di 45 chili.

La mattina portammo gli oggetti in un negozio che imballava scatoloni per le spedizioni e con ago, filo e tela chiusero i pacchi e con la cera delle candele sigillarono gli angoli premendo uno stampino con il loro stemma.

Incredibilmente arrivarono in Italia tutti e tre e nelle medesime condizioni dopo tre settimane.

Viva le poste indiane!17196_10201024745485457_1122004273_n

Scarichi di chili fummo finalmente liberi di viaggiare con più tranquillità.

La moto sembrava volare tra le discese e le salite di quelle verdi colline.

Fummo contenti della sosta ad Ooty perchè dai 40 gradi della costa del Kerala fummo catapultati ai 18 delle montagne interne, dopo qualche giorno partimmo per Munnar. Aaahhhhh Munnar, io e Andrea ricordiamo questo tragitto come il migliore di tutto il viaggio, continui sali e scendi tra piantagioni di tè e di spezie.

544310_10201024524759939_943098901_nPercorremmo le Cardamom hills, l’odore del cardamomo non si fermò nel nostro naso ma arrivò dritto ai polmoni, una ventata di freschezza nel mezzo della natura selvaggia.

Il paesaggio naturale per eccellenza della nostra amata India fu proprio quello tra il Kerala e il Tamil dove ci fermammo a guardare la raccolta delle foglie di tè.

Spegnemmo la moto durante le discese per gustarci meglio i rumori della foresta.

547753_10201024765645961_1192162733_nGli animali parlavano tra di loro e la natura ci faceva sentire il suo profumo, eravamo vivi, collegati a quello che avevamo attorno.

In quei momenti mi sentivo parte di un qualcosa che in occidente non avevo mai trovato.

Arrivammo a Munnar verso sera, passammo tutta la giornata in sella alla moto e dormimmo in una bellissima casetta con un dondolo affacciato verso un campo da calcio semi-abbandonato.

Cominciò a piovere e il grigio venne a coprire l’azzurro del cielo.

Dopo aver mangiato ci addormentammo con la consapevolezza che la mattina seguente saremmo ripartiti verso i medesimi paesaggi visti durante la giornata, perciò un sorriso si stampò sui nostri volti e in un tenero abbraccio il nostro viaggio continuò.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...